Spedizioni gratuite sopra i 58€.
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

La terapia del calore

29/01/2020

La Terapia del Calore

Le statistiche riferiscono che circa l’80% della popolazione mondiale potrebbe soffrire di dolori cronici o occasionali, principalmente a carico della schiena.

La Termoterapia esogena consiste nell’applicazione di calore terapeutico che ha lo scopo di indurre un riscaldamento dei tessuti in diverse profondità.

La Terapia del calore è indicata in tutti i casi di dolore muscolare non associato a una componente traumatica, ad esempio:
-  La distonia posturale, ovvero i dolori caratterizzati dalla cattiva postura;
- Sforzo da carico causato da lavori pesati con scorretto sollevamento di peso;
- Iperattività muscolare per eccessiva attività fisica;
- Stress, che causa tensione muscolare a carico del trapezio;
- Colpo d’aria dovuto alla contrazione spastica della muscolatura per iperattività dei fusi neuromuscolari.

La Termoterapia è indicata come prima strategia di intervento e soprattutto riduce i rischi dovuti all’eccessivo utilizzo di analgesici e FANS, per questo motivo potrebbe costituire una valida alternativa anche associata alla terapia farmacologica.

L’utilizzo di dispositivi a celle autoriscaldanti è quindi consigliato in caso di cervicaglia, lombalgia, dolori a carico del bicipite femorale, cefalea muscolo tensiva, dorsalgia e dolori a carico del polpaccio. L’applicazione di questi dispositivi è raccomandata per 8 ore per 4-7 giorni e induce un miglioramento della percezione del dolore, una vasodilatazione e rilassamento muscolare.
​​​​​​​
La Termoterapia è controindicata in caso di ematomi comparsi nelle ultime 48 ore, in caso di lesioni o danni al muscolo, traumi legati a fratture, infiammazioni acute (artrite, tendinite, epicondilite ecc), vasculopatie e problemi circolatori, neoplasie e sclerosi multipla.